“Nina”, la storia di una collana…

“Nina”, una collana speciale/ “Nina” a special necklace.

This necklace, which I wanted to call Nina in honor of the friend who commissioned me, has a story … Three  years ago, I received a job that I thought was initially a bit heavy: to turn a necklace, which was a reminder of a person who is no longer, in something different, reusing its agate blue pearls.I hesitated long before proceeding, because I was afraid to disappoint the expectations of my beloved friend who entrusted me with confidence and enthusiasm to my creativity and my tatting. I did not want to risk ruining the precious memory attached to that necklace. But she insisted, and in the end, I decided to go on. I completely disassembled the piece – almost trembling at every thread I cut – and then I dived headlong into work. The result was this …

Nina Nina

Questa collana, che ho voluto chiamare Nina in onore di chi me l’ha commissionata, ha una storia…

Ho ricevuto, un paio di anni fa, un incarico che ho reputato inizialmente un po’ gravoso: quello di trasformare una collana, che era un ricordo di una persona che non c’è più, in qualcosa di diverso, riutilizzando le perle in agata azzurra che la componevano. Ho esitato a lungo prima di cimentarmi nell’opera, perché temevo di deludere le aspettative della cara amica che si era affidata con fiducia ed entusiasmo alla mia creatività e al mio chiacchierino. Non volevo rischiare di rovinare il ricordo prezioso legato a quella collana.

Ma lei ha insistito e, alla fine, mi sono lasciata convincere. Ho smontato completamente il pezzo – quasi tremando a ogni filo che tagliavo – e mi sono tuffata poi nell’impresa. Il risultato è stato questo…

E la mia amica ha apprezzato. Fortunatamente.

Questa è  la storia di Nina, che rimarrà un ricordo speciale anche per me.

 

 

chiacchierino ad ago, collana, handmade, schema originale / , , ,

Informazioni su Stefania

Questa è una pagina dedicata alla creatività: una piccola finestra sul frutto dei miei passatempi preferiti. Un modo divertente per condividere i miei interessi. Mamma per scelta a tutto tondo, mi sono dedicata per una vita intera ai miei tre figli e alla mia famiglia, senza annullarmi totalmente in questo ruolo. Non avendo possibilità di crearmi spazi al di fuori dell'ambiente casalingo, ne ho realizzato uno tutto mio tra le quattro mura di casa. Uno spazio creativo, appunto, dove dar sfogo alla mia passione per tutto quello che ha a che fare con le arti manuali. Sono anni che mi dedico con entusiasmo alla realizzazione di fiori di carta, borse all'uncinetto e bijoux confezionati applicando tecniche varie, sempre diverse (dalla lavorazione della pasta di mais, al coiling gizmo, fino ad arrivare al mio adorato chiacchierino). I miei"hobby mi permettono di dare forma a piccoli oggetti artigianali che sono praticamente pezzi unici, essendo frutto del mio ingegno e interamente realizzati a mano. Ma fantasiosa è anche l'abilità in cucina: posterò ricette, sicuramente, e consigli utili a chi si diletta di arte culinaria! E inviterò chi lo desidera a fare altrettanto, per arricchire di curiosità e novità queste mie pagine. Cosa esiste poi di più creativo del linguaggio? Lettura e scrittura sono un'altra delle mie grandi passioni. Il mio amore smisurato per i libri mi ha portato a coltivare, un po' in segreto, un altro piccolo hobby: la scrittura creativa. Non per niente questa mia pagina l'ho intitolata PaperDream...

2 thoughts on ““Nina”, la storia di una collana…

Lascia un commento

*