Mercatini hobbistici – Cos’è “l’hobbista” e cos’è il “creatore d’opera”- Per chi vuole saperne di più…

Mercatini hobbistici: prima parte di una piccola guida per chi vuole saperne di più.

mercatini hobbistici

Non so quante e quanti di voi abbiano già partecipato ai cosiddetti mercatini hobbistici, e quanti (invece) desiderino parteciparvi. Si tratta di un’esperienza particolare, interessante e simpatica, ma spesso molto faticosa. Sarebbe un errore pensare che ci si possa improvvisare… Occorre conoscere bene quello a cui si va incontro, cosa sia utile e cosa sia indispensabile procurarsi, e soprattutto come prepararsi, non solo da un punto di vista prettamente tecnico, ma anche sotto l’aspetto psicologico. Questo, per non rimanere delusi.

Vorrei parlarvi del mio vissuto e suggerirvi un pochino alla volta una piccola guida (suddividendo l’argomento in diversi articoli che pubblicherò a scadenze regolari sul mio blog), sia nel caso foste neofiti del tema e interessati a saperne qualcosa di più, sia nel caso foste già esperti e voleste aggiungere, correggere o suggerire qualcosa di diverso. Quindi, se avete voglia, seguitemi passo passo e cercherò di condividere con voi la mia esperienza.

Per prima cosa, sarebbe giusto specificare bene il significato del termine hobbista.
Con hobbisti s’intende una categoria piuttosto ampia, comprendente tutti coloro che vendono, barattano, propongono o espongono, in modo saltuario ed occasionale, merci di modico valore, che non superino (in genere) il prezzo unitario di euro 250,00 (anche se in Emilia Romagna sembra che il limite sia più basso: al massimo 100 euro…).

Nello specifico (e nel mio caso in particolare), sarebbe più corretto parlare non di hobbisti ma di “creatori d’opera“: cioè di quelle persone che, utilizzando materiali e tecniche diverse, danno vita – durante i ritagli di tempo – a oggetti che sono pezzi unici (in quanto frutto del proprio ingegno e della propria creatività e non prodotti in serie come quelli industriali). Essendo un’attività che viene praticata a tempo perso, viene definita – appunto – “hobby”; e forse in questo sta il qui pro quo tra i due termini.  Ma pur trattandosi di attività svolta come poco più di un passatempo e non praticata a livello commerciale (con partita IVA ecc.), non si deve pensare che non sia regolamentata da norme precise, norme che cambiano da regione a regione e su cui è necessario informarsi per non incorrere in spiacevoli e onerosi inconvenienti…

Nel prossimo articolo vi parlerò, appunto, delle norme generali di regolamentazione di questa attività, del patentino di hobbista e in particolare della famosa dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.

Se vi va, continuate a seguirmi!

 

mercatini hobbistici

chiacchierino ad ago, creatori d'opera, creazioni artigianali, handmade, hobbisti, mercatini di natale, Senza categoria , , , ,

Informazioni su Stefania

Questa è una pagina dedicata alla creatività: una piccola finestra sul frutto dei miei passatempi preferiti. Un modo divertente per condividere i miei interessi. Mamma per scelta a tutto tondo, mi sono dedicata per una vita intera ai miei tre figli e alla mia famiglia, senza annullarmi totalmente in questo ruolo. Non avendo possibilità di crearmi spazi al di fuori dell'ambiente casalingo, ne ho realizzato uno tutto mio tra le quattro mura di casa. Uno spazio creativo, appunto, dove dar sfogo alla mia passione per tutto quello che ha a che fare con le arti manuali. Sono anni che mi dedico con entusiasmo alla realizzazione di fiori di carta, borse all'uncinetto e bijoux confezionati applicando tecniche varie, sempre diverse (dalla lavorazione della pasta di mais, al coiling gizmo, fino ad arrivare al mio adorato chiacchierino). I miei"hobby mi permettono di dare forma a piccoli oggetti artigianali che sono praticamente pezzi unici, essendo frutto del mio ingegno e interamente realizzati a mano. Ma fantasiosa è anche l'abilità in cucina: posterò ricette, sicuramente, e consigli utili a chi si diletta di arte culinaria! E inviterò chi lo desidera a fare altrettanto, per arricchire di curiosità e novità queste mie pagine. Cosa esiste poi di più creativo del linguaggio? Lettura e scrittura sono un'altra delle mie grandi passioni. Il mio amore smisurato per i libri mi ha portato a coltivare, un po' in segreto, un altro piccolo hobby: la scrittura creativa. Non per niente questa mia pagina l'ho intitolata PaperDream...

Precedente La Trasformista - PaperDreamCreations Successivo Una carrellata dei miei fiori di carta

Lascia un commento

*